domenica 6 agosto 2017

La politica che sa di vecchio


Siamo sconcertati difronte alla risposta dell'assessore Monica Leoni sulla mancata discussione in consiglio (perché convocato con colpevole ritardo) in merito alla discussione della salvaguardia degli equilibri di bilancio. (qui per consultare la legge)
Si fa quasi fatica a credere che si tratti della stessa persona, cordiale e ragionevole stamattina durante la commissione controllo e garanzia da noi convocata per chiedere chiarimenti in merito, ora inesatta e volutamente forviante sia nei contenuti che nella sostanza.

La legge parla chiaro e invitiamo tutti a prenderne visione ma la domanda è:
Deve essere interpretata?
Se la legge è uguale per tutti dovrebbe esserlo sempre senza tanti giri di parole inutili.

Durante la conferenza (e c'è il verbale a conferma incontrovertibile) abbiamo appurato con i dirigenti del comune la palese violazione dei termini di legge relazionando successivamente sul lavoro da loro svolto, sempre puntuale e professionale, che ha portato alle difficoltà oggettive che hanno prodotto il risultato che conosciamo.

La procedura di diffida c'è ma è discrezionale e vogliamo sottolineare che erano in evidente difficoltà e che le giustificazioni portate erano palesemente risibili.

Ma questa è la vecchia politica, noi lo sappiamo, loro anche, ma credevamo sussistesse una buona dose di onestà intellettuale che è evidente manchi e non solo a livello politico crediamo a questo punto, oltretutto fuori contesto, visto che stiamo parlando di mancato rispetto della legge.